La proporzione aurea
Pica
  • Versandfertig innerhalb von 24 Stunden
  • Spedizione rapida:
    tele entro 24 ore

La proporzione aurea

Come progettare la nostra casa armoniosamente


Come mai alcune immagini, edifici o spazi, nel loro carisma, hanno un effetto armonioso su di noi? Che cosa conferisce a una conchiglia Nautilus o alla foglia di un albero questa perfezione? E, vi starete chiedendo adesso, che cosa ha a che fare tutto questo con il design d’interni? E’ quello ch imparerete da questo articolo!

1:1,618 uguale armonia

Il fatto che l’armonia sia soggetta ad una legge della natura era già noto ai Pitagorici nel secolo VI A.C. Sono stati loro a cercare di esprimere questa "legge divina" in cifre e quindi a renderla misurabile – e di sfruttarla, per esempio, nell’architettura e nell’arte.

Il modello Golden Spiral per disposizione interna
La spirale aurea è un modello utile per la configurazione degli interni

La base dell’armonia è il rapport numerico 1: 1.618. Esso descrive il rapporto armonioso che lega tra loro due percorsi – la proporzione aurea.

Guardate, per esempio, al rapport tra la lunghezza della vostra mano e la lunghezza del vostro avambraccio.... Esattamente! Anche qui le "divine proporzioni" sono al lavoro.

Linee guida Motive
Mettete i motivi scelti da voi sulle linee guida per ottenere un’immagine più armoniosa

Ci sono diversi approcci matematici per calcolare la proporzione aurea. Ma niente paura! Non abbiamo bisogno dell’ottava o della terza cifra dopo la virgola per il nostro design d’interni. Se si mantiene il rapporto di circa 1: 1.61, siete già al sicuro. Avete bisogno di un esempio?

Composizione dell’immagine

I risultati dell’applicazione della proporzione aurea possono essere molto ben rappresentati sulla base di fotografie di paesaggi.

Montagna Situato in posizione centrale
Forte presenza: una montagna in posizione centrale

L’immagine di un ampio panorama con una montagna proprio al centro dell’immagine attira l’attenzione magicamente ed esclusivamente sulla montagna. Tutto ciò che si trova alla sua destra o sinistra diventa una cosa irrilevante e che crea disturbo.

Lo stesso paesaggio, realizzato in base al principio della proporzione aurea, ha spostato la montagna nel terzo destro o sinistro della superficie dell’immagine. L’immagine ora irradia armonia. Ed inoltre tutti i dettagli del paesaggio sono percepiti dall’occhio. L’immagine è ora equilibrata e trasuda calma e può essere guardata intensamente.

Questo è quello che vogliamo per i nostri spazi di tutti i giorni – equilibrio e relax.

Montagne in terza a sinistra o destra dell'immagine
Armoniose: Montagne nel terzo destro o sinistro dell’immagine

Dove posizionare il divano ora?

Seguendo lo stesso principio, potete facilmente trovare il posto migliore per il vostro nuovo divano e anche per tutti gli altri mobili. Anche se non volete misurare con precision con il righello o il centimetro, non è un problema. Basta rispettare il rapporto approssimativo di 2:3.

Per questo, prima dividete la camera in due zone – una grande quanto circa due terzi della superficie della camera, l’altra grande quanto circa un terzo. La zona più ampia ospiterà i mobili più importanti e descriverà l’uso principale dello spazio – nel nostro caso, un soggiorno. La zona più piccola serve come spazio per gli scaffali, per esempio, oppure per un secondo salotto, più piccolo o quello che volete.

Sofa nel layout degli interni
Dove posizionare il divano? La disposizione interna dev’essere quella giusta...

Quando si scelgono i mobili, si dovrebbe agire anche in conformità al rapporto 2:3 – ciò porta a un risultato armonico uniforme. Idealmente, dunque, il nuovo divano dovrebbe occupare circa due terzi della lunghezza dell’intera area salotto, e il tavolino che lo accompagna dovrebbe avere circa due terzi della lunghezza del divano.

Design cromatico in poco tempo

Nel design d’interni, si dice che uno spazio ben progettato dovrebbe includere tre componenti di colore in un rapporto 60-30-30: prima un colore predominante, che dovrebbe rappresentare circa il 60% della superficie, quindi, ad esempio, sulle pareti e sul pavimento. Il secondo colore, con una quota di circa 30%, è di solito dato dai mobili. Il restante 10% deve rimanere per un colore potente, riservato per gli accenti. Questi si trovano, ad esempio, nei cuscini, nelle tovaglie, tende e immagini.

Abbastanza semplice, a dire il vero. Ma non siete sicuri quali siano i colori che vanno bene insieme? Quali combinazioni siano davvero armoniose? Di nuovo, il rapporto1:1,61 può esservi d’aiuto!

Combinazioni di colori armoniose
Le combinazioni di colori armoniose non sono una coincidenza

La ricerca ha dimostrato che quei colori di una tavolozza che vengono posizionati a distanza l’uno dall’altro in un rapport di 1:1,61, da un punto di vista estetico vanno molto bene insieme. Ora ci sono dei programmi per determinare queste combinazioni di colori in modo semplice, utilizzati anche dai designer d’interni – come, ad esempio, il programma PhiMatrix Golden Ratio Color Palette Generator, che può essere utilizzato gratuitamente per 14 giorni quando viene scaricato il software professionale PhiMatrix 1,618 (http://www.phimatrix.com). Quindi non c’è bisogno di spendere un sacco di soldi e si può provare una vasta gamma di combinazioni di colori!

La ciliegina sulla torta – l’arredamento

Dopo aver dotato la stanza con i colori e i mobile abbinati perfettamente, mancano solo le decorazioni. Una grande foto su tela, una bella foto dietro vetro acrilico (o di più), alcune tende per le vostre finestre...

Tenete in mente la regola dei due terzi. Se volete, per esempio, appendere un quadro grande, prima scegliete il muro che lo valorizza. Dividete questo muro nella vostra mente in tre terzi, sia orizzontalmente che verticalmente. Il muro è ora proiettato in nove settori uguali. La parte centrale del settore che si trova al centro è il posto giusto per la vostra immagine.

Tic-Tac-Toe da partite
Immaginate il vostro muro suddiviso in nove settori di dimensioni uguali, come nel Tic-Tac-Toe

Se volete appendere diversi quadri ai muri, concentratevi sulle quattro intersezioni che circondano il settore centrale. Molte gallerie presentano i loro capolavori in questo modo. Variando le dimensioni delle cornici si possono creare composizioni davvero emozionanti da appendere sui vostri muri.

Per ciò che riguarda la decorazione della finestra, che ha anche una funzione protettiva, di schermatura, è di grande vantaggio se copre circa il 60% della superficie della finestra. Il risultato è il cosiddetto "Rettangolo aureo", che rappresenta lo spirito delle "proporzioni divine".

Le eccezioni confermano la regola

Nessuna regola senza eccezione! Questo vale per tutto e soprattutto quando si tratta di design individuale. Il vostro gusto, la vostra intuizione devono sempre essere prioritari. Le istruzioni che avete letto qui dovrebbero rappresentare solo una guida di riferimento. Ogni buon designer d’interni la userà sempre nei suoi progetti e l’avrà sempre nella sua mente, ma saprà anche quando infrangere le regole.

Custom interior
La consuetudine rimane la più bella

Se avete, per esempio, nel vostro salotto, un camino in posizione centrale in una parete, allora questo è un punto focale centrale che non si può e non si deve ignorare. Se avete la sensazione che un quarto colore manchi nella vostra stanza, ascoltate il vostro istinto! Il design, il layout e soprattutto la progettazione del proprio ambiente di vita dovrebbe essere divertente! La matematica può a volte rimanere fuori!

Da provare…

Cominciate subito e guardate le vostre quattro pareti – in quale camera vi sentite particolarmente bene? Può essere che l’abbiate progettata, pur incosciamente, secondo la teoria classica dell’armonia.

« Torna a Consigli per l'arredamento Realizza la tua decorazione da parete »